Segnala Violazioni

Hai visto qualcosa in televisione o hai sentito alla radio qualcosa che secondo te viola la legge sulla Parcondicio? Scrivi la tua segnalazione come i hanno già fatto alcuni cittadini qui sotto!

 

43 Responses to Segnala Violazioni

  1. fabrizio scrive:

    La Rai,per quale norma,può trasmettere un video messaggio di un parlamentare (condannato nei 3 gradi di giudizio).
    Video messaggio con argomenti personali e incitamento alla violenza.
    E ora di finire questa telenovella,ha le sue reti dove trasmettere i suoi proclami.
    Ma la parcondicio è x tutti o solo x alcuni?
    Gradirei una risposta grazie.

  2. franco o. scrive:

    24/02/2013 ore10 sky tg 24 sull’argomento derby milano trasmette immagine berlusconi in primo piano con allenatore allegri due volte consecutive .non è violazione alla parcondicio e alle regole campagna elettorale?

  3. roberto scrive:

    salve, io oggi ho ricevuto un sms di propaganda da parte di un partito. non dovrebbero essere tutti in silenzio. inoltre chi a dato loro il mio numero di cellulare?
    ci sono gli estremi per una denuncia
    grazie mille

  4. Annalisa scrive:

    Sto seguendo Stduio aperto.
    Oggi e’ il 15 febbraio 2013 e hanno concesso al datore di lavoro, nonche’ presidente del Milan, uno spazio unico e senza nessun altro intervento sugli stessi argomenti.
    Non e’ violazione della par condicio?

  5. Annalisa scrive:

    Tribuna elettorale per il patron della televisione privata

  6. Repubblica.it “Guida al voto”, mette in evidenza i suoi loghi e si “dimentica” del Movimento 5 Stelle. Secondo il giornale NAZIONALE online, su 20 regioni italiane, in 11 (più della metà) il M5S sparisce e non ha una lista al Senato. Calabria, Puglia, Veneto, Sicilia, Marche, Piemonte, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Trentino alto Adige e Umbria. Dato errato e violativo della parcondicio.

  7. emanuela salogni scrive:

    la faccia del candidato lega maroni è ovunque, su youtube, nelle stazioni ferroviarie, luoghi PUBBLICI che dovrebbero sottostare alle regole di par condicio.

  8. Buonasera mi chiamo Valter D’Angelillo coordinatore nazionale del Movimento progetto Italia -MID.
    Spett.le redazione
    In vista delle imminenti elezioni politiche 2013 con rammarico stiamo passivamente osservando la grave inadempienza da parte di tutti i media nel persistere delle trasmissioni, pubblicazioni e radiodiffusioni a dare spazi e notizie solo ed esclusivamente ai partiti blasonati dimenticando colpevolmente delle liste emergenti ed autorizzate allo svolgimento della partecipazione alle elezioni politiche, la normativa sulla Par Condicio promuove e disciplina l’accesso ai mezzi di informazione per la comunicazione politica, al fine di garantire la parità di trattamento e l’imparzialità rispetto a tutti i soggetti politici.

    Anche in ambito locale, le emittenti radiofoniche e televisive devono garantire il pluralismo, attraverso la parità di trattamento, l’obiettività, l’imparzialità e l’equità sia nei programmi di informazione che nei programmi di comunicazione politica.
    La legge n. 249 del 1997 individua nella tutela del pluralismo uno dei compiti principali dell’Autorità nel settore radiotelevisivo. In particolare, l’art. 13, nel riconoscere le esigenze di decentramento sul territorio, al fine di assicurare le necessarie funzioni di governo, di garanzia e di controllo in tema di comunicazione, individua quali organi funzionali dell’Autorità i Comitati regionali per le comunicazioni (Co.Re.Com.), ai quali sono altresì attribuite le competenze un tempo svolte dai Comitati regionali radiotelevisivi (Co.Re.Rat.), tra le quali appunto la tutela della parità di accesso ai mezzi d’informazione.
    I riferimenti normativi per l’attività di vigilanza sono la legge 10 dicembre 1993, n. 515 e la legge 22 febbraio 2000, n. 28, così come modificata dalla legge 6 novembre 2003, n. 313.
    Con decreto del Ministro delle Comunicazioni, emanato in data 8 aprile 2004, è stato quindi approvato il Codice di autoregolamentazione, che regolamenta l’attività delle emittenti locali.
    Per quanto riguarda il periodo non elettorale si fa riferimento alla delibera n. 200/00/CSP, come riformata dal Codice di autoregolamentazione, sopra riportato.
    Per quanto sopradetto chiediamo di essere contattati per gli inviti a noi spettanti, nel caso ce ne fosse bisogno alleghiamo anche il testo approvato dalla Commissione il 03/01/2013 E LA DELIBERA AGCOM N. 666/12/CONS.
    Movimento Progetto Italia Movimento italiano Disabili

    Il presidente del M.I.D.
    Francesco Ferrara
    Piazzale Carlo Alberto dalla Chiesa 12 Guidoni M. 00012 (RM)
    Tel 0774,343891 – 3476546894
    Mail: info@ilmid.it

  9. Giulia scrive:

    Tg5: dieci minuti di intervista telefonica a Berlusconi non violano la par condicio? Doveva parlare di Mussolini ed è finito sull’IMU e la campagna elettorale.

  10. Bruno scrive:

    Stazioni ferroviarie monopolizzate dall’immagine di Bersani che invita a votare PD. Ad ogni marciapiede di Mestre un poster gigante di quelli inseriti nelle bacheche di vetro retroilluminate, una ogni 20 metri. Al binario 1 un totem girevole a base triangolare con la stessa immagine. E la par-condicio?

  11. Mimmo scrive:

    Vivo in Lombardia, almeno il 50% dei video che guardo su youtube sono preceduti dallo spot elettorale di Maroni. Il 50% rimanente da pubblicità di prodotti generici.

  12. Roberto Genero scrive:

    Faccio presente una sovraesposizione mediatica su tutti i network del sig. Berlusconi Silvio. Nei telegiornali non si parla mai della lista Fermare il Declino.

  13. Antonino Iacona scrive:

    L’assessore all’Ambiente e all’Agricoltura di Tribano, Paolo Girotto, alle ore 14.00 del 17 01 2013 invita a votare per il Movimento 5 Stelle e consiglia di non votare alcun altro partito che non sia quello, in nome della par condicio. Standing ovation…..

  14. Sissy Zwanziger Amplatz scrive:

    C’è una invasione mediatica da parte di Berlusconi insopportabile!

    • Agung scrive:

      ELENCO di quanti hanno voltuo anche esprimere su facebook,o per e-mail a me inviata,o attraverso un commento nel sondaggio, parere FAVOREVOLE alla proposta (sono assenti nell’elenco i favorevoli che che non hanno lasciato il loro nome con un commento al sondaggio o in altra forma): ANILA RESULI (clepsydraedizioni.com)GIANMARIO LUCINI (poiein.it)ANNA ANTOLISEI (ilgiornalaccio.net)ANTONIO LAURICELLA (ilgattopardo.altervista.net)ROBERTO CECCARINI (rossodisera.it)LELIO SCANAVINI (rivista Il Segnale)FRANCESCA PELLEGRINOMAEBA SCIUTTILILIANA ZINETTILUCETTA FRISAALFREDO DE PALCHIGIACOMO CERRAIFRANCESCO MAROTTAALFREDO RIENZIPATRIZIA CAFFIEROVIVIANAS SCARINCIFARAON METEOSESALESSANDRA FORTEDOMENICO ALVINOROSALBA FERRARAED WARNERSERGIO CORDUASFEDERICO SOLLAZZOVIOLA AMARELLILUCIANA VASILE

  15. Vincenzo scrive:

    invito a far rispettare la legge 28/22 febbraio/2000 anche riferendomi ai tempi riservati alle notizie di cronaca dei vari personaggi.

  16. Fezza Giuseppe scrive:

    segnalo una presenza dei candidati Mario Monti e Silvio Berlusconi di gran lunga superiore allo spazio concesso agli altri candidati.
    in particolare rilevo che in molti telegiornali viene appena accennato alla candidatura di Ingroia, mentre si da’ ampio spazio all’informazione sulle liste legate a Monti, Berlusconi e Bersani

  17. marco scrive:

    è assurdo come Ingroia, candidato premier alle prossime elezioni, venga deliberatamente isolato dalle televisioni e dalla maggior parte di giornali. Ieri sera a Ballarò lo stesso Paglioncelli (credevo fosse una persona migliore) quando ha realizzato il sondaggio sulle eventuali coalizioni ha evidenziato le allenze in caso di vittoria dei premier Bersani, Monti e Berlusconi senza nemmeno citare Ingroia che era anche presente in studio…una follia in uno stato civile.

  18. carlo ceccarini scrive:

    invito a far rispettare la legge 28/22 febbraio/2000 anche riferendomi ai tempi riservati alle notizie di cronaca dei vari personaggi.

  19. Lorenzo Genta scrive:

    In data 14 Gennaio 2013 il TG3 delle ore 19:00 ha diffuso il seguente sondaggio: http://www.sondaitalia.com/2013/01/elezioni-2013-sondaggio-sulle.html

    Il fatto che abbia tenuto conto solo delle 3 coalizioni Monti-Bersani-Berlusconi non è una palese violazione alla par condicio? Soprattutto perché il Movimento 5 stelle (secondo la maggior parte dei sondaggi) è terzo a pari merito con la coalizione di centro e non viene menzionato.

  20. LeoC scrive:

    Il tg della rete Rai 1 delle ore 13.30 di oggi 13 gennaio 2013 ha trasmesso servizi relativi alle tre coalizioni (Italia Bene Comune, Lista Monti per l’Italia e Pdl/Lega), accennato alla lista di grillo(solo per dir che ha una lista civetta presentata al ministero), ed ha del tutto taciuto sulla lista di INGROIA “Rivoluzione Civile”. mi chiedo se tale atteggiamento violi le norme sulla Parcondicio.

  21. Giorgio Bramati scrive:

    Il tg della rete Rai 1 delle ore 13.30 di oggi 13 gennaio 2013 ha trasmesso servizi relativi a tre coalizioni, accennato alla lista di grillo per dir che ha una lista civetta presentata al ministero, ed ha colpevolmente taciuto sulla lista di INGROIA “Rivoluzione Civile”. Chiedo un intervento per ripristinare una correttezza di informazione da parte della televisione pubblica pagata da tutti i cittadini compresi coloro che vogliono un civile, ma profondo cambiamento della classe dirigente di questo Paese.
    Se continuerà l’attuale stato di informazione faziosa le iniziative per stigmatizzarla non si limiteranno alla sola denncia all’autorità preposta al controllo.

  22. silvia coli scrive:

    i giornali e la TV stanno volutamente ignorando “rivoluzione civile” contravvenendo anch ealle norme della par-condicio ma quel che è peggio calpestando la democrazia nell’informazione .. ed il garante dell’informazione dov’è? che dice? ed il garante della democrazia dov’è e che dice?

  23. andrea picinetti scrive:

    Il programma RAI NEWS 24 di oggi 13.01.2013, sia nel notiziario che nella rassegna stampa, ha palesemente violato le norme della par condicio limitando le notizie a solo tre schieramenti, cancellando le liste di INGROIA, Rivoluzione Civile, e di Grillo, 5 stelle. Ricordo che il servizio pubblico è pagato da tutti così come la Vigilanza sul rispetto delle norme alla quale chiedo un immediato intervento per far ripristinare almeno la decenza nell’informazione.

  24. silvia coli scrive:

    Il programma RAI NEWS 24 di oggi 13.01.2013, sia nel notiziario che nella rassegna stampa, ha palesemente violato le norme della par condicio limitando le notizie a solo tre schieramenti, cancellando le liste di INGROIA, Rivoluzione Civile, e di Grillo, 5 stelle. Ricordo che il servizio pubblico è pagato da tutti così come la Vigilanza sul rispetto delle norme alla quale chiedo un immediato intervento per far ripristinare almeno la decenza nell’informazione.

  25. laura picinetti scrive:

    Il programma RAI NEWS 24 di oggi 13.01.2013, sia nel notiziario che nella rassegna stampa, ha palesemente violato le norme della par condicio limitando le notizie a solo tre schieramenti, cancellando le liste di INGROIA, Rivoluzione Civile, e di Grillo, 5 stelle. Ricordo che il servizio pubblico è pagato da tutti così come la Vigilanza sul rispetto delle norme alla quale chiedo un immediato intervento per far ripristinare almeno la decenza nell’informazione.

  26. alvaro picinetti scrive:

    Il programma RAI NEWS 24 di oggi 13.01.2013, sia nel notiziario che nella rassegna stampa, ha palesemente violato le norme della par condicio limitando le notizie a solo tre schieramenti, cancellando le liste di INGROIA, Rivoluzione Civile, e di Grillo, 5 stelle. Ricordo che il servizio pubblico è pagato da tutti così come la Vigilanza sul rispetto delle norme alla quale chiedo un immediato intervento per far ripristinare almeno la decenza nell’informazione.

  27. Maurizio scrive:

    Il programma RAI NEWS 24 di oggi 13.01.2013, sia nel notiziatrio che nella rassegna stampa ha palesemente violato le norme della parcondicio limitando la presenza a solo tre schieramenti cancellando le liste di INGROIA, Rivoluzione Civile, e di Grillo, 5 stelle. Ricordo che il servizio pubblico è pagato da tutti così come la Vigilanza sul rispetto delle norme alla quale chiedo un immediato intervento per far ripristinare almeno la decenza nell’informazione

  28. GiulioL scrive:

    Altro che Parcondicio??? Mandatelo in Onda!!! Barbareschi in Cina ci deve rimanere!!! Atteggiamento da grande Star che scade in Assenteismo e in Violenza. Bravo Onorevole!!! https://www.youtube.com/watch?v=UmV0mNAWOtY

    • Hej scrive:

      Mi sono chiesta a lungo se rienspdore o no perche9 odio le polemiche ma visto che, a parte Anila, Annamaria e Francesca sono l’unica a non aver esteso la poesia anonima alla civilte0 anonima cerco di dire un paio di cose che secondo me e8 importante separare e sottolineare.Socialmente la moralite0 viene applicata non perche9 si ha realmente interiorizzato il concetto di giusto/ingiusto ma per paura della punizione. Per questo se il concetto di anonimato venisse avvalorato in toto sarebbe un esito sociale catastrofico.Ogni sorta di piccola o grande criminalite0 dilagherebbe. Come il piacere di regalarsi un volto nominale corretto e uno non nominale scorretto.Sarebbe disastroso.Ma, per lo stesso motivo per cui socialmente l’anonimato (con la sua garantite0 impunite0) porterebbe alla luce la peggio natura umana, dovrebbe essere usato nella selezione poetica. Per evitare che l’antipatia/simpatia, il pregiudizio, la gelosa, l’invidia (tutte amene caratteristiche che sovrappopolano l’habitat culturale della poesia) ma anche l’amicizia possano oscurare il verso.Il commento sopra e8 molto significativo nel mostrare queste due evidenze. Per cui assolutamente sec all’anonimato poetico (almeno in fase di selezione) ma guai all’anonimato sociale. Anche i commenti anonimi sono molto molto rischiosi. La duplicite0 non ha senso di esistere. Se si ha un’opinione la si ha sia con il proprio nome che con un nick. Oppure sbaglio?

  29. MarcoS scrive:

    Ma le sagome di Striscia la Notizia sono da considerare minuti dedicati ai politici??? Non sono contro la Parcondicio???

  30. Maria scrive:

    Il fatto che il Bruno Vespa sia sempre tutti i giorni su Rai1 a parlare di Berlusconi non e contro la Parcondicio?

  31. Federico scrive:

    Ogni volta su Rai1 c’è Silvio Berlusconi per la milionesima volta, mentre a Mario Monti è stato proibito di apparire in virtù della Par Condicio??

  32. ViolaL scrive:

    Ma se c’è la legge sulla Parcondicio perchè ogni volta che accendo la tv sento parlare solo di Silvio Berlusconi!?

  33. claudia trementini scrive:

    Come mai non si applicano sanzioni al Cav.Silvio Berlusconi che imperversa in tutte le tv sia private che del servizio pubblico?
    Non si può accede ad un canale che si trova il suo volto e le sue farneticazioni ed insulta pure se qualcuno osa interromperlo!
    Sanzionate anche i programmi che lo ospitano per la miseria! IO PAGO IL CANONE!!!!

  34. SalvatoreSa scrive:

    Bersani ha tappezzato tutti i punti strategici di Perugia con cartelli visibili anche di notte. La parcondicio dov’è?

  35. LudovikA scrive:

    Stasera a otto e mezzo c’era una Intervista lunghissima: un’ora e passa!!!! ParCondicio rispettato!?!

  36. GianniD scrive:

    …vedo Berlusconi Ovunque…. Accendo la radio e anche in galleria su radio maria!!! Ma la Parcondicio??? Lilli gruber e Berlusconi, chi ha più trucco in faccia???

  37. LuigiL scrive:

    Ormai dal 5 gennaio in tv, sui giornali e nei tg delle radio stanno martellano con notizia, parole e immagini della lista del non candidato Monti….. Sará troppo???

  38. StefySa scrive:

    A presadiretta c’è stata la puntata su pdllega, dove 30sec.su lusi(non ricordando che e’eletto con pd) mentre 0 secondi su udc, 0 secondi su sel e 0 secondi pd… Ma la Parcondicio come la applicano???

  39. FabiolaM scrive:

    Sembra proprio che al tg4 non ci si preoccupi minimamente della legge sulla parcondicio!!!

  40. Andrea Purpura scrive:

    Caro Parcondicio, la televisione in questo periodo offre uno spettacolo inquietante. In tv è pura campagna elettorale a reti unificate con i leader – Berlusconi e Monti in primis – che a tutte le ore imperversano in tv. Se questa situazione è frutto della legge sulla par condicio tanto vale cancellarla dal momento che i soggetti “minori” sembrano non aver alcun diritto di cittadinanza mediatica. O no?
    Cordialmente, Andrea

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

9.919 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>